fees

blog

27 July 2022

Meet the team: un nuovo design per il nostro sito

fees è l’alleata ideale per la tua contabilità, sia privata che aziendale. Per questo motivo, cerchiamo di offrire un design funzionale ed efficace, che sia allo stesso tempo accattivante e moderno. Di questo si è occupato il nostro designer, Fulvio, che negli ultimi mesi ha disegnato il nuovo sito internet.

Fulvio racconta, in questo articolo, un pezzo della nostra storia, attraverso la spiegazione di come sono nate le idee di design per fees, dal nostro logo al nuovo sito internet.

Da dove è nata l’idea di rinnovare il sito?

fees aveva bisogno di un nuovo modo di comunicare, più efficiente e più fresco. Il sito precedente era stato creato in fretta e non rispecchiava questa esigenza: ciò che serviva era un sito molto personale, che favorisse la creazione di un’identità visiva.

Con fees stiamo parlando di un’azienda ipertecnologica basata su un software e il nuovo design deve trasmettere questa essenza. In fees si deve riconoscere un’azienda fintech attenta alle tematiche ambientali, una startup giovane e innovativa con un design fresco.

Ma qual è, esattamente, l’idea dietro a fees che si vuole trasmettere?

Quando ho conosciuto Paolo e Matteo, non esistevano ancora un logo o un nome per la startup. Esisteva l’idea, l’oggetto, ovvero la digitalizzazione degli scontrini. Il mio compito è stato quindi quello di creare una brand identity. In particolare, mi veniva richiesta un’identità visiva dall’appeal internazionale e che avesse un qualcosa di iconico.

Il logo dell’ape ricorda la laboriosità, qualcosa che è sempre al lavoro. Questo è il significato che ho voluto dargli. Il termine “fees” rimanda a ciò che deve essere pagato e il suono onomatopeico ricorda il ronzio dell’ape. Mi piaceva poi l’idea di dare una forma esagonale all’ape: d’altronde, le api ripongono il miele all’interno di celle a forma di esagono, quindi perché non creare una brand awareness intorno a questa idea? Come le api sono sempre al lavoro, io penso a fees come ad un’aiutante, che ti fa tenere traccia in modo ordinato di tutte le tue spese all’interno di “celle” (nda, le categorie).

Ritengo che sia essenziale creare un’identità propria, piuttosto che seguire i trend. Da qui, la necessità, a parer mio, di comunicare ciò che fees fa e come migliora la vita degli utenti.

Il messaggio che si vuole comunicare riguarda anche le persone dietro fees: è importante far capire che il team è tutto giovane, fatto di persone valide che hanno voglia di fare e di rispettare l’ambiente attraverso la riduzione di carta.

Quindi, partendo da questa idea, qual è stato il processo decisionale che ha portato al sito come lo vediamo oggi e alla creazione di questo concept?

Il workflow generalmente è questo: siamo partiti da un’analisi benchmark di altre imprese fintech. L’analisi si è concentrata sul messaggio che si voleva trasmettere e sui segmenti di utenti a cui volevamo rivolgerci. L’obiettivo era trovare un design che rispecchiasse la nostra identità. Da qui ho iniziato con la creazione di innumerevoli bozze, seguite da altrettante revisioni da parte di Matteo e dalla produzione delle animazioni. Una volta sviluppato il sito, si è passati alla fase di test per risolvere gli eventuali bug grazie anche all’aiuto di Marco (nda, sviluppatore).

L’unificazione del design su tutte le piattaforme è poi essenziale, per far capire che c’è cura e attenzione per i dettagli. Anche da questo si percepisce la qualità. Per me è essenziale rimanere coerente, in termini di design, con il concept creato.

Come ti sei confrontato con il resto del team durante la creazione del nuovo sito?

Ho un bellissimo rapporto sia con Paolo che con Matteo. Con Matteo in particolare mi sento giornalmente e mi confronto sul nuovo design. Entrambi spronano costantemente i membri del team a dare il massimo, attraverso continui feedback che stimolano il confronto in caso di punti di vista differenti.

Ciò di cui ho bisogno è un copy completo, parole e concetti chiave che mi stimolino l’immaginazione per creare. È importante, in generale per il mio lavoro ed in particolare per la costruzione del sito, essere parte del processo decisionale, di strutturazione e di creazione. Non mi piace creare qualcosa senza un contenuto, devo sapere il motivo per cui sto creando certe immagini e il processo decisionale dietro a determinate scelte di design.

Per concludere, quali pensi siano i trend futuri per il design di fees?

Mi auguro che questo nuovo stile grafico che stiamo cercando di adottare, semplice ma personale, crei un’identità visiva. In un certo senso, diventi un punto di riferimento. Abbiamo costruito una base, ora bisogna continuare a lavorare sulla comunicazione, che a mio parere deve essere forte e simpatica, in modo da creare curiosità.

A parer mio, bisogna creare un equilibrio tra disegni ed immagini “reali”: queste ultime, come anche brevi video, servirebbero per aiutare a capire come funziona l’app, illustrando specifiche funzioni. Le piattaforme social devono essere utilizzate per promuovere l’applicazione anche ad uso personale.

Inoltre, la continuità di design all’interno dell’ecosistema fees è sicuramente indispensabile per ottimizzare la comunicazione con l’esterno.


Popular post

preview post image
avatar author

Valeria

12 Jan 2023

Perchè è importante per un’azienda avere un buon sito web

Avere un sito web ben costruito, sempre aggiornato e nel quale sia facile muoversi è, al giorno d’oggi, essenziale per…

preview post image
avatar author

Valeria

29 Dec 2022

Ecco perchè fees ti aiuta a chiudere l’anno al meglio

È quasi Capodanno e il momento di “tirare le somme” si avvicina. Per riflettere sull’anno appena trascorso, ma anche dal…

preview post image
avatar author

Valeria

7 Dec 2022

Vacanze sulla neve al sicuro con fees

Il ponte dell’8 dicembre - dell'Immacolata - è, a tutti gli effetti, un assaggio delle vacanze natalizie. Più o meno…